Header Ads

20miglia.com

La chiesa dei tre nomi, un edificio del XIII secolo in alta val Nervia

La chiesa è citata per la prima volta nel XIII secolo come Nostra Signora di Nogareto.

Santa Maria di Lago Pigo, fotografia di Alessandro Lasagno
enzo.png Posted by Enzo Iorio

In Alta Val Nervia, scendendo da Castelvittorio verso Pigna, si scorge, tra la fitta vegetazione delle boscose colline, una struttura architettonica in pietra grigia e tegole rosse. È una chiesa abbandonata, conosciuta dai più come Santa Maria di Lago Pigo. Per saperne di più vi propongo questo post di Alessandro Lasagno, dal gruppo Facebook "Tra le Alpi Cozie e il Mar Ligure...":

LA CHIESA DEI TRE NOMI. 
Proprio nei pressi della confluenza del Rio Fontanelle con il torrente Nervia sorge un’antichissima chiesa romanica, rimaneggiata più volte nel corso dei secoli. Siamo già, seppur per pochi metri, entro i confini del comune di Castelvittorio, in Val Nervia, a due passi dal bellissimo borgo di Pigna che sorge sul fianco opposto della vallata. L’edificio, chiuso e purtroppo assai malandato, conserva tuttavia ancora un suo fascino misterioso. La chiesa è citata per la prima volta nel XIII come Nostra Signora di Nogareto e potrebbe essere stata fondata dai monaci benedettini, poco dopo l’edificazione della primitiva chiesa di San Tommaso che sorge, invece, ai margini meridionali dell’abitato di Pigna. Intorno alla metà del Quattrocento venne ricostruita, contemporaneamente all’edificazione della magnifica parrocchiale pignasca di San Michele Arcangelo. Successivamente, in epoca barocca, fu sottoposta a nuovi rimaneggiamenti. E’ conosciuta anche come Santa Maria di Lago Pigo (per via della vicina ampia ansa del torrente Nervia), ma forse è ancor più nota come Madonna dell’Assunta
(Foto: la chiesa vista salendo verso Castelvittorio – Val Nervia – IM – 2014).
Alessandro Lasagno





Immagini dei temi di Galeries. Powered by Blogger.