martedì 5 luglio 2011

Pannelli solari sul tetto: fino al 45 per cento del fabbisogno italiano


Ecco un articolo molto interessante (tratto da ilcambiamento.it) che ci spiega quanto vale l'energia solare nel nostro Paese. E a Ventimiglia, in giornate come questa, saremmo tutti quanti un po' più ricchi!
Il fotovoltaico domestico, quello impiantato sui tetti e sulle pareti degli edifici – senza toccare i terreni – può da solo coprire il 45 per cento del fabbisogno energetico italiano. Un duro colpo per chi ancora oggi si ostina a dire che il nucleare era l'unica soluzione possibile e che rinunciandovi abbiamo condannato il nostro paese all'eterna dipendenza dall'energia delle altre nazioni.
Il rapporto è firmato Confedilizia ed è stato presentato il 16 giugno alla Camera dei Deputati. In Italia vi sarebbero 763,53 chilometri quadrati di tetti considerati idonei, cui se ne aggiungono 286,32 di facciate (i dati sono presi da uno studio dell'International Energy Agency). Se tutta questa superficie venisse sfruttata installandovi pannelli solari l'energia prodotta in un anno sarebbe di 126 terawattora e coprirebbe, dicevamo, circa il 45 per cento del fabbisogno nazionale.
Il cosiddetto 'fotovoltaico integrato negli edifici' rappresenta un'ottima soluzione per diversi motivi. Innanzitutto non contribuisce ad un ulteriore consumo di suolo, non sottrae terreno ad usi agricoli e non rovina i paesaggi come invece accade col fotovoltaico su terreni; sfrutta piuttosto tutti quegli spazi inutilizzati come le coperture, le rimesse, le pensiline, i frangisole e così via.

I più letti del mese

A Ventimiglia...

Ventimiglia

Cartoline
Teatro