venerdì 26 agosto 2016

La pisciadela di Ventimiglia? Una canzone per dire quanto è buona

... e non chiamatela "pizza".


Si tratta di un Prodotto Tipico a Denominazione Comunale.
Talmente buona da aver meritato una canzone tutta per sé!
"Cume a l'è bona a pisciadela"
1932, testo di Filippo Rostan - musica di Luigi Cebrelli

Video credits: Zoe Alga.


Vegni chi, Segundina,
acòstite a to maire
fassu ina pisciadela
pe’ a guřa de to’ paire,
e urmai ti sei d’età
che ti a devi savè fa’.

Cume a l’è bona a pisciadela
a pisciadela faita in ca’,
nu’ gh’è ventemigliusa
ch’a nu’ a sace fa’,
nu’ gh’è ventemigliusu
ch’u nu’ a vöglie mangià.

Cume a l’è bona a pisciadela
a pisciadela faita in ca’.
Nu gh’è mia de besögnu
de tüte ‘ste tualete,
basta ina pisciadela
se ti te vöi imprumete,
e te vögliu cuntà
cume mì me sun marià.

Sciü dai Scüri u muntava
to’ paire chelu giurnu,
candu a mei pisciadela
purtava a ca’ dau furnu:
spedia mì sun passà,
derè elu a nasüssà.







Ti piace questo post? Condividilo!

_____________________________________

MERCATINO VENTIMIGLIA - SANREMO

Il gruppo dove trovi TUTTO! Oltre 5.000 iscritti!!! Unisciti a noi!

I più letti del mese

A Ventimiglia...

Ventimiglia

Cartoline
Teatro