mercoledì 21 giugno 2017

Ecco il 'Sentiero Liguria', itinerario turistico-escursionistico che attraversa tutta la Liguria

Oltre 600 km alla scoperta di un ambiente unico. Oggi la presentazione ufficiale. Il sentiero parte dal confine francese e arriva fino alla Toscana

È stato presentato questa mattina, presso il Palazzo della Provincia di Imperia, il "Sentiero Liguria", un itinerario turistico-escursionistico che collega Luni (Ortonovo, SP) con Grimaldi (Ventimiglia, IM), è percorribile in entrambi i sensi con uno sviluppo di oltre 600 km all’insegna dell’armonia dei contrasti, tra uliveti, vigneti e boschi di leccio, lidi e scogliere, percorsi della devozione e antiche strade romane, “creuze” e sentieri.


Comprende diverse tipologie di tracciati, con due costanti: il clima mite e temperato in ogni stagione e l’affaccio “garantito” sulla distesa del golfo ligure, dove non è infrequente, specie nei periodi meno afosi, avvistare da terra cetacei ed altri mammiferi marini.
In alcuni punti sono previste varianti alte, più impegnative, in modo da toccare siti e ambienti di pregio non solo sulla costa ma anche in territori più interni. Il tutto in aree che garantiscono costantemente la presenza di servizi di trasporto integrato e di strutture ricettive, di ogni tipologia e categoria, e ristorazione dove degustare la tipica cucina regionale.

SENTIERO LIGURIA fa parte della rete  escursionistica ligure (REL) e si collega sia con la rete ciclabile ligure (RCL) che con l’Alta Via dei Monti Liguri (AVML).  Unisce inoltre  la “Via Francigena” con i “Cammini di Santiago” attraverso le “Grandes Randonnées” francesi.
Un percorso parallelo alla costa e con uno sviluppo di oltre 600 km alla scoperta di un ambiente unico tra uliveti, vigneti e boschi di leccio, lidi e scogliere, percorsi della devozione e antiche strade romane, “creuze” e borghi antichi di grande suggestione.
Il tracciato consente di scoprire tutta la Liguria costiera toccando sia località famose in tutto il mondo (le Cinque Terre, Portofino, la Riviera dei Fiori) che altre meno conosciute ma capaci di offrire inaspettate emozioni anche all’escursionista più esigente. I periodi migliori per percorrere il Sentiero Liguria sono sicuramente l’autunno e la primavera, quando i colori e i profumi della macchia mediterranea sono più intensi.

Da maggio a ottobre è possibile concedersi un tuffo rinfrescante prima di rimettersi in cammino, tra una tappa e l’altra. Anche nei mesi invernali il clima della costa ligure rende il percorso fruibile e particolarmente gradevole, in particolare nelle giornate in cui la tramontana rende limpido il cielo e nitidi gli scenari marini. Il sentiero può essere percorso indistintamente nelle due direzioni da Levante o da Ponente sempre vista mare, dove è frequente avvistare da terra balenottere e delfini. In alcuni punti sono previste varianti alte, un po’ più impegnative, che conducono a siti e ambienti di pregio nei territori dell’immediato entroterra, che consentono di scoprire le meraviglie dei tanti borghi medievali liguri.

Il percorso può essere affrontato anche parzialmente ed ogni tappa termina in località con stazioni ferroviarie che permettono di spostarsi senza la minima difficoltà. La sera è possibile soggiornare in strutture ricettive di ogni tipologia e categoria e degustare la tipica cucina ligure con un’offerta ricca e in grado di soddisfare ogni esigenza. Sentiero Liguria fa parte della rete escursionistica ligure (REL) e si collega sia con la rete ciclabile ligure (RCL) che con l’Alta Via dei Monti Liguri (AVML) e permette di collegare la “Via Francigena” con i “Cammini di Santiago” attraverso le “Grandes Randonnées” francesi.
Testo e immagini: sentieroliguria.com
____________
Pubblicato da:

Le più belle fotografie di Ventimiglia

I più letti del mese

A Ventimiglia...

Ventimiglia

Cartoline
Teatro