Header Ads

20miglia.com

Ventimiglia, le notti di Giove. Per vedere il pianeta delle 63 lune basta alzare lo sguardo

Febbraio è il mese ideale per osservare, anche a occhio nudo, il più grande pianeta del Sistema Solare. E non solo da Ventimiglia, ovviamente.


Giove, il pianeta gassoso. Costituito principalmente da idrogeno ed elio, è il pianeta maggiore tra quelli che girano attorno al Sole.  I Romani gli diedero infatti questo nome, quello del padre degli dei, per la sua grandezza. Se fosse una scatola, potrebbe ospitare al suo interno fino a 1300 copie del pianeta Terra.

Se il cielo è sereno..

Se il cielo è sereno, come lo era la notte scorsa, abbiamo sempre più tempo a disposizione per osservare Giove, che in questo periodo domina il cielo ed è visibile anche senza alcuno strumento ottico, grazie anche al fatto che febbraio è un mese con tre sole fasi lunari, invece delle consuete 4 e senza nessuna Luna Piena (l'ultima volta è accaduto nel 2014 e capiterà di nuovo nel 2031).
Verso la fine di questo mese Giove sarà visibile per quasi tutta la seconda parte della notte nella costellazione della Bilancia.

Le scoperte di Galileo

E se aguzzate un po' la vista (o servendovi di un semplice binocolo) potreste scorgere vicino a lui altri 4 puntini luminosi: Io, Europa, Callisto e Ganimede. Sono i suoi satelliti galileiani (le sue 4 lune più grandi, delle ben 63 che gli orbitano intorno). Si chiamano così perché fu Galileo Galilei a scoprirli nel 1610.




Le immagini

Le immagini che vi propongo (alcuni screenshot dall'iPhone con GoSkyWatch Planetarium e Mappa Stellare) sono state riprese stanotte, quando Giove era quasi alla sua massima altezza sull'orizzonte. 

Se vi piace tirar tardi, stanotte date anche voi un'occhiata al cielo, sempre che sia sereno (altrimenti tenete pronto il vostro cell!).

Enzo Iorio

____________
Pubblicato da Enzo Iorio:



Immagini dei temi di Galeries. Powered by Blogger.