venerdì 28 luglio 2017

Il Banchéro supera a pieni voti la prova del Coriolano

 Teatro  - Applausi a scena aperta per il cast diretto dalla regista Giorgia Brusco


Testo e fotografie di Enzo Iorio
Ieri sera, nella splendida cornice dell'anfiteatro del Castello di Taggia, abbiamo assistito alla messa in scena di "Coriolano", un testo di William Shakespeare difficile, complesso, l'ultimo grande sforzo drammatico nella carriera del grande commediografo londinese, ridotto (circa due ore) e messo in scena con intelligenza, acume e un forte spirito postmoderno da Giorgia Brusco. 
Abbiamo applaudito un cast (attori non professionisti reclutati tra i migliori allievi dei corsi di teatro organizzati dal Banchéro) assolutamente all'altezza della situazione, con due punte di diamante: Massimiliano Antonelli (Caio Marzio Coriolano) e Antonio Napodano (Tullo Aufidio, capo dell'esercito dei Volsci).
Bravi anche tutti gli altri interpreti: Andrea Bellanova, Alessandro Cirilli, Mauro Gambino, Ambra Ghiglione, Marta Laveneziana, Giovanna Marzuoli. 
Un plauso all'essenziale allestimento scenografico incastonato nel ritrovato spazio del castello dei Clavesana, alla sommità di un'erta salita che si inerpica dal centro storico. 
Un elogio va anche al trucco e ai costumi, rivisitati in chiave creativa, con un occhio ispirato alle rivoluzioni del primo Novecento e un aggancio a certi ruoli del Mad Max di Gibsoniana memoria.

Enzo Iorio









____________
Pubblicato da:

Le più belle fotografie di Ventimiglia

I più letti del mese

A Ventimiglia...

Ventimiglia

Cartoline
Teatro