Header Ads

20miglia.com

A Bordighera va in scena Aldo RAPE': "PINUCCIO - Storia di un carusu. Un amore imperdibile"

Alla Chiesa Anglicana, sabato 24 Marzo alle ore 21.00.

Torna ancora una volta nell'estremo Ponente ligure e in Costa Azzurra Aldo RAPE' - attore e regista siciliano - che porterà in scena il suo nuovo spettacolo "PINUCCO - Storia di un carusu" la storia di un'imperdibile amore, prima a Nizza, presso il teatro del Consolato Italiano (Giovedì 22 Marzo alle ore 19.00) grazie al sostegno e patrocinio del COALCIT, poi a Bordighera alla Chiesa Anglicana (Sabato 24 Marzo alle ore 21.00) nell'ambito della nuova rassegna teatrale invernale della Città delle Palme "TeaLtro" con la direzione artistica di LIBER theatrum.

Dopo l'entusiasmante performance del Teatro nelle Foglie - con "Ballata d'autunno" - che Sabato scorso ha sorpreso e letteralmente affascinato il numeroso pubblico presente al PalaParco, si torna quindi alle atmosfere più intime e rarefatte di un monologo struggente e intensissimo che vedrà Aldo Rapé, accompagnato dalla musica dal vivo e originale di Sergio Zafarana, narratore in scena di una storia commovente. Quella di uno dei tanti, troppi, bambini che in passato hanno lavorato nelle miniere di mezza Sicilia, in particolare quella di Gessolungo, distante tre chilometri dalla città di Caltanissetta, capitale mondiale dello zolfo. Nel 1881 e nel 1958 due immani tragedie colpirono infatti la miniera di Gessolungo, dove morirono numerosi minatori tra cui molti bambini, chiamati “carusi”
Ma il racconto è anche la storia del riscatto e forse della condanna della più grande isola del Mediterraneo, in cui tre sono i chilometri percorsi ogni giorno da Peppino per smettere di essere un bambino. A dieci anni il piccolo ha infatti solo tre chilometri per diventare grande e non essere "cchiu un picciriddu" e diventare invece "un carusu", uno dei tanti "carusi" di miniera!
Uno spettacolo che è anche il modo per commemorare i numerosi minori, morti troppo piccoli in un periodo della storia mineraria siciliana, purtroppo ancora attuale in molti paesi del sud del mondo. Un racconto sull'infanzia e su una storia d'amore tra un bimbo e il proprio padre. Il mondo delle miniere attraverso lo sguardo e gli occhi di un uomo rimasto bambino di nome Pinuccio.

Lo spettacolo, insignito come Miglior Monologo al Premio Internazionale TRAGOS per il Teatro e la Drammaturgia al Piccolo Teatro di Milano nel Febbraio 2017, è stato anche selezionato per il Festival Internazionale di Avignon 2019, dove lo stesso attore reciterà in francese.

Biglietto intero € 12,00 - Ridotto over 65 e studenti € 10,00 - Ridotto per ragazzi fino a 14 anni € 8,00 

Apertura biglietteria la sera dello spettacolo ore 20.00 - INFO: 338 6273449 - liber.theatrum@gmail.com - www.libertheatrum.com

Comunicato stampa

____________
Pubblicato da Enzo Iorio:


Immagini dei temi di Galeries. Powered by Blogger.