Header Ads

20miglia.com

Coronavirus, secondo uno studio UK i cani ne sentono l'odore e possono aiutarci

Una convinzione sulla quale sta lavorando il centro studi Medical Detection Dogs, in collaborazione con la prestigiosa London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM) e l'Università di Durham.

enzo.png Posted by Enzo Iorio

È una di quelle notizie che rileggi più volte, perché le false speranze e le bufale sono sempre in agguato.
Ma il fatto che l'amico più fedele dell'uomo sia già impegnato da tempo e con buoni risultati nel rilevare altre patologie, come il cancro, il morbo di Parkinson o le infezioni batteriche, rende la notizia più credibile.
Secondo un gruppo di ricercatori britannici, i cani, in un prossimo futuro, non solo sapranno riconoscere il coronavirus tramite l'olfatto, ma anche identificare i singoli contagiati.
La notizia è stata pubblicata oggi dall'ANSA che cita tre istituti di ricerca che hanno sede nel Regno Unito: il centro studi Medical Detection Dogs, la prestigiosa London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM) e l'Università di Durham.
Ovviamente stiamo parlando di cani addestrati.
L'addestramento si baserà sul far annusare campioni virali, insegnando loro come segnalarne la presenza. E dal momento che i cani sono capaci anche di cogliere le variazioni della temperatura corporea umana, potrebbero essere dispiegati in spazi pubblici per provare a identificare viaggiatori infetti.

 "In principio, siamo sicuri che i cani possano rilevare il Covid-19 - ha dichiarato Claire Guest, direttrice del Medical Detection Dogs -.

Si sta pensando, se la ricerca avrà successo, di usare i cani per rilevare il coronavirus negli aeroporti.

Leggi l'articolo sul sito dell'ANSA.


Sostieni la mia pagina con il tuo Like:
Immagini dei temi di Galeries. Powered by Blogger.